Cowdhury Foyz Ahamed Polas

Cowdhury Foyz Ahamed Polas

Cowdhury Foyz Ahamed Polas, questo il nome  del giovane bengalese che ha ritirato il Primo Premio Internazionale TuMìAmì, assegnato dalla LIFE and LIFE ONLUS.

La serata di premiazione, inserita all’interno della seconda edizione del Festival Internazionale dell’Intercultura Solidale ‘TuMìAmì’, si è svolta presso l’Opera Pia Istituto Santa Lucia di Palermo, alla presenza del Commissario Straordinario dell’Opera Pia il dott. Antonio Costumati, il quale ha consegnato il premio al giovane Polas, per essersi distinto negli studi, conseguendo la laurea presso l’istituto Politecnico di Torino. Alla manifestazione erano presenti inoltre il  dott. Ignazio Beninati, presidente provinciale ACLI, il dott. Arif Hossain, presidente della LIFE and LIFE ONLUS e la dott.ssa Valentina Cicirello, vicepresidente LIFE and LIFE ONLUS e Ideatrice del Festival Internazionale dell’Intercultura Solidale ‘TuMìAmì.

La storia di  Polas in Italia inizia nel nel 2010, quando arriva a soli 17 anni e fresco di diploma, insieme alla madre e al fratello, per ricongiungersi al padre già in Italia da qualche anno.  Polas aveva un sogno: laurearsi in Ingegneria; ma la voglia di Polas di continuare gli studi si è subito scontrata con una serie di problemi che hanno reso difficile il suo primo anno universitario, la scarsa conoscenza della lingua italiana e la mancanza di corsi universitari di ingegneria in lingua inglese a Palermo. Troppo costose le università europee che avevano corsi in lingua inglese; così Polas ha trascorso il primo anno universitario fra mille difficoltà. Ma nel 2011 arriva una notizia che cambia tutto: Polas risulta vincitore di una borsa di studio per gli ottimi risultati ottenuti agli esami di maturità; così immediatamente decide di iscriversi all’Istituto Politecnico di Torino e seguire le lezioni in lingua Inglese. Da quel momento Polas non si è più fermato e dopo 3 anni esatti, a soli 21 anni, riesce a laurearsi in una delle più prestigiose Università del Mondo con il massimo dei voti.

La LIFE and LIFE si augura che l’esperienza di Polas possa essere da esempio e rappresentare una speranza per tutta la comunità straniera presente in Italia, nel cammino verso la totale e profonda interazione tra i popoli. Cowdhury Foyz Ahamed Polas, Cowdhury Foyz Ahamed Polas, Cowdhury Foyz Ahamed Polas, Cowdhury Foyz Ahamed Polas.