Forum Mondiale dello Sviluppo Economico Locale

Forum Mondiale dello Sviluppo Economico Locale

Forum Mondiale Sviluppo Economico Locale

Il Terzo Forum Mondiale dello Sviluppo Economico Locale si terrà a Torino in Italia dal 13 al 16 Ottobre 2015.

Il 2015 è l’anno traguardo degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio e contemporaneamente l’anno di avvio dell’Agenda post 2015 di Sviluppo i cui obiettivi saranno adottati in occasione del Summit delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile a New York.  Il Terzo Forum Mondiale dello Sviluppo Economico Locale 2015, a seguito del Summit di New York, offre un’opportunità per esplorare esperienze e pratiche capaci di accrescere l’importanza del LED come mezzo per concretizzare l’agenda di sviluppo a livello locale. Il congresso si svolge in concomitanza con la fase conclusiva di “Expo Milano 2015 – Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” e, in sinergia con i temi chiave dell’Esposizione Universale, pone l’accento sul ruolo strategico delle politiche territoriali per migliorare qualità e stili di vita.

I risultati attesi sono:

  • Promuovere il dialogo globale sul LED (sviluppo locale economico) attraverso la partecipazione, la condivisione di informazioni e lo scambio tra attori provenienti da tutti i Paesi del mondo
  • Favorire la messa a sistema di esperienze riconosciute come buone pratiche
  • Sensibilizzare i governi all’adozione di politiche in grado di concretizzare a livello locale la futura agenda Post 2015

Il Forum comprenderà tre aree tematiche:

    1. Competitività regionale e innovazione per uno sviluppo più sostenibile ed inclusivo;
    2. Generazione di occupazione attraverso una crescita locale inclusiva;
    3. Urbanizzazione sostenibile: strategie di LED per la creazione di positive connessioni tra l’ambiente urbano e quello rurale.

In Occasione del Terzo Forum Mondiale dello Sviluppo Economico Locale, Life and Life presenterà il progetto ‘Tumìamì Brand’ entrando nel merito dei primi due temi generali del Forum. Tumìamì è un progetto concreto e dinamico, attivo collaboratore di Life and Life nei diversi paesi del mondo. Il suo nome deriva da una parola onomatopeica della lingua bengalese, ove “tumì, amì” significa, traslitterato in italiano, “tu, io, noi”, un’espressione che riesce a trasmettere il senso dell’armonia e della comunione tra gli uomini. Tra i prestigiosi riconoscimenti ricevuti da Tumìamì vi è il premio della Medaglia di Alta Rappresentanza del Presidente della Repubblica Italiana, ritenuto un importante riconoscimento istituzionale italiano.

Tumìamì Brand’ nasce dall’incontro tra ciò che Tumìamì rappresenta e il mondo accademico dell’Università degli Studi di Palermo. Quattro allievi del Laboratorio di Disegno Industriale, sotto la supervisione aziendale di Nando Foresta, responsabile tecnico di Life and Life, hanno fatto della filosofia aziendale e delle tecniche produttive del Bangladesh una base per le loro idee (paese in cui sono stati poi realizzati i prototipi definitivi, secondo l’idea di una cooperazione internazionale che arricchisca culturalmente tutti i soggetti coinvolti). In un’ottica di progettazione su scala internazionale, i prototipi Tumìamì possono trovare vera realizzazione solo in uno scambio alla pari tra sapere e competenze tecniche. Si tratta di una rivoluzione culturale che sconvolge le regole del mercato cui siamo abituati e che riporta il soggetto umano a essere il vero protagonista dello scambio. Si tratta di un cambiamento epocale che mette al centro il concetto di collaborazione collegato al concetto di successo che va reinterpretato alla luce delle opportunità che il paradigma sociale presenta. Perché una collaborazione esista, è necessaria la consapevolezza dello scopo attorno al quale convogliare l’impegno delle persone. È il legame che trasforma gli individui in membri della comunità, portandoli a collaborare e a mettere in campo le proprie conoscenze, esperienze e idee e valutando, al contempo, l’idoneità delle tecnologie sociali selezionate. Non si tratta, quindi, solo di un cambiamento in termini di quantità, bensì di una vera e propria discontinuità che realizza progetti culturali, sociali e umani decisamente innovativi che partono dalla condivisione in termini teorici e pratici, tra loro strettamente interconnessi, di valori culturali quali l’empatia, l’accoglienza di idee ed esperienze, la creatività, la solidarietà, il bene comune, letto e riletto, alla luce delle nuove realtà emergenti.

Sito ufficiale del Terzo Forum Mondiale dello Sviluppo Economico Locale:

www.ledforumtorino2015.org/it/